The Nice Guys: il perfetto film vintage

Gabriele Cazzulini
0 commenti
Blog


blog1

4 giugno 2016


“The Nice Guys”: la pillola blu per vivere e ridere negli anni ’70. Irresistibile, irriverente, incandescente, iconoclasta … tutte le “i” sono per lui. E’ un caleidoscopio di battute memorabili, che fiancheggiano il ciglio della volgarità, della banalità e persino della stupidità. Però è trionfalmente divertente, spassoso. Per descriverlo, la sensazione è la stessa di quando vivi i primi momenti di un film: come sarà? I primi secondi sono decisivi per la prima impressione, quella che ogni purista del cinema legittimamente disdegna. Ma la prima forchettata è fondamentale, anche per i grandi gourmet. Così, in inglese, è come affondare i denti in un succoso panino.

Trama: fumetto, anti-eroi, poliziesco, humor

“The Nice Guys” ha una trama che non nasce banale. Siamo a Los Angeles, anni settanta. Holland March (uno stravagante investigatore privato) e Jackson Healy (un detective dalle maniere forti), decidono di collaborare per risolvere due diversi casi, uno riguardante una ragazza scomparsa e un altro una pornostar deceduta in circostanze poco chiare. Due casi che, all’apparenza, non sembrano avere legami tra loro. Nel proseguo delle indagini scoprono presto che le cose non stanno così e dietro ai due episodi si celano potenti cospirazioni criminali che arrivano a toccare le più alte sfere del potere.

“The Nice Guys” è diretto e co-scritto da Shane Black e interpretato da Ryan GoslingRussell Crowe,Matt Bomer e Kim Basinger.

Gli ingredienti sono freschi e abbondanti: Usa, 1977, poliziesco, una manciata di indagine, tantissimi personaggi che incarnano lo spirito dell’epoca. Una colonna sonora perfettamente intonata allo stile. Tempi ben scanditi e tempismo perfetto nel susseguirsi delle scene. Una coppia di protagonisti tra anti-eroi Marvel e Starsky & Hutch. Altro non serve. Cioè, tutto quanto sta in un caricatore, una fondina e il proiettile – perchè già questo film è un’arma da fuoco.

L’amore impossibile per il tempo passato

E’ la tranquilla conferma che il retro-cinema è un genere consolidato. Il futuro sembra una spinta  forzata e il passato, invece di allontanarsi, diventa una meta desiderabile, ricercata, sognata e rappresentata come tempo migliore rispetto a questo presente. Produce ottimi prodotti. Appunto: pop-corn audiovideo. Non c’è bisogno di sgranocchiare con denti e mandibola il sacchetto di fragrante e caldo pop-corn. Basta vederlo.

Chi c’era nel 1977 e conosceva il cinema di quell’epoca, difficilmente potrà apprezzare questa caricatura. Chi c’era nel 1977 ma era troppo giovane, potrà apprezzare di più. Per tutti quelli che sono venuti dopo, può confondersi con un capolavoro. Opinioni e prospettive così diverse sono garanzia di un buon prodotto, comunque sia.

The Nice Guys - film

 

“The Nice Guys” Soundtrack Tracklisting

La musica di The Nice Guys è un mondo a parte: un underground , un armadietto dei ricordi da far rivivere, che è parte integrante del successo del film:

1. Papa Was a Rollin’ Stone – The Temptations
2. Get Down On It – Kool & The Gang
3. Boogie Oogie Oogie- A Taste of Honey
4. September – Earth, Wind & Fire
5. Couldn’t Get It Right – Climax Blues Band
6. Love and Happiness – Al Green
7. Dazz – Brick
8. Boogie Wonderland – Earth Wind & Fire
9. Jive Talkin’ – Bee Gees
10. Rock and Roll All Nite – Kiss
11. Ain’t Got No Home- The Band
12. Escape (The Pina Colada Song) – Rupert Holmes
13. Lonely Boy – Andrew Gold
14. A Horse With No Name – America
15. Green Peppers – Herb Alpert & The Tijuana Brass















Lascia un commento

*Campi obbligatori. L'indirizzo email non verrà pubblicato.


Commento

Nome*
Email*
Web



Partners

condividere è un'azione di altruismo

sui miei profili social puoi trovare idee, scoperte, contatti per arricchire il nostro lavoro

Grazie della visita!